Proseguono a Fiumefreddo gli incontri di BorgoSlow sul consumo consapevole

COMUNICATO STAMPA

Incontri sul Consumo Consapevole

Sabato 17 giugno, ore 18

Castello della Valle – Fiumefreddo Bruzio

Dopo la Conferenza stampa del 3 giugno che ha introdotto ai temi del Consumo Consapevole, il 17 Giugno l’incontro focalizzerà l’attenzione sul consumo della carne, sui valori nutrizionali, e sulla sostenibilità per l’ambiente e la salute.

La rassegna “Percorsi di Saperi e Sapori” intende promuovere il consumo consapevole. In ogni incontro si affronta – con l’aiuto di esperti – un tema specifico collegato al cibo, alla salute e alla valorizzazione del territorio.

Ne parleranno Rolando Bolognino e Pamela De Luca Biologi Nutrizionisti, Raffaele Leuzzi, medico oncologo, nel tentativo di tracciare le conseguenze sulla salute del consumo di carne che dagli anni ’60 ad oggi è cresciuto del 150-200%, aumentando l’incidenza delle malattie cardiocircolatorie, del cancro dell’intestino e della mammella. Ma anche i danni che l’allevamento intensivo provoca sull’ambiente; nessun cibo ha il costo ambientale della carne, ogni kg di manzo richiede 15.000 litri d’acqua. L’allevamento degli animali rappresenta oggi sul totale delle emissioni serra una percentuale che va dal 14 al 18%.

L’allevamento intensivo non è dannoso solo per gli animali; è pericoloso, ingiusto e sporco, con impatti estremi che vanno dal cambiamento climatico, alla perdita della biodiversità, alle malattie, fino all’insicurezza alimentare e alla scadente qualità nutrizionale.

Il borgo di Fiumefreddo Bruzio è stato recentemente eletto uno dei borghi più belli d’Italia.

Mangiare bene non è solo una questione di tabelle nutrizionali ma è anche e soprattutto di cultura. Dietro l’idea di dieta mediterranea c’è una concezione dell’uomo e del rapporto con l’ambiente che va oltre i nutrienti.

L’alimentazione è un tema essenziale della vita e andrebbe sottratto alla macchina propagandistica dell’agro-business, perché il cibo deve essere responsabile e sostenibile per l’ambiente e per la salute.

Le proteine vegetali, “la carne dei poveri” che un tempo rappresentavano un primo piatto oggi sono state relegate ad un ruolo di contorno, privilegiando il consumo di carne che un tempo era consumata in quantità ridotte con conseguenze sull’ambiente e sulla salute.

Il tema del secondo incontro è “La carne: tu sai cosa mangi? Intensivo o estensivo?”.

Il ritorno al “cibo dell’uomo” e alla cultura mediterranea verrà sottolineato anche dall’intervento di Michela Cusano, promotrice dell’Osservatorio Donne Pollino che si pone l’obiettivo di recuperare le pratiche alimentari e agricole contadine.

La serata si concluderà alle ore 20, presso Largo S. Fiume, con la degustazione proposta dall’Osteria “Convivio” delle lagane e ceci, preparate con farina di grano antico turanicum e legumi del Pollino, un piatto della cucina tradizionale, buono e sano per l’ambiente e per la salute. La degustazione sarà abbinata ai vini Gaglioppo biologico ‘A Vita – Cirò.

Il calendario completo degli incontri, di cui Peopleconomy è media-partner, è scaricabile da qui: Borgodifiume_23_05_2017_Brochure_incontri 2017.

Share

1 commento

  1. Iniziativa interessantissima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *