Richiedenti asilo in calo ad Aprile in Europa

Cala il numero di richiedenti asilo in Europa, dopo i picchi raggiunti nei mesi scorsi. Germania e Italia si confermano ancora una volta i paesi maggiormente interessati dal fenomeno migratorio. E tra le 20 nazioni di origine delle persone che fuggono, il 60% sono paesi dell’Africa equatoriale.

di Redazione

Eurostat, l’agenzia statistica dell’Unione europea, informa che durante il primo trimestre del 2017 sono stati 165.000 i richiedenti asilo negli Stati membri dell’Unione europea (Ue), un dato in calo del 20% rispetto al quarto trimestre del 2016 (quando le persone che richiedevano protezione internazionale erano 207.000).

Siriani, afghani, nigeriani e iracheni risultano essere i più numerosi richiedenti asilo a livello europeo. In particolare, tra gennaio e marzo 2017, sono stati oltre 22.500 i candidati allo status di richiedenti asilo provenienti dalla Siria, avanti ad afghani (12.500 richiedenti asilo), nigeriani (11.500) e iracheni (10.500 ). Da sole, queste nazionalità rappresentano più di un terzo di tutti i richiedenti asilo.

Germania e Italia risultano essere ancora i paesi maggiormente interessati dal fenomeno migratorio, visto che hanno raccolto le richieste di asilo in «più della metà» dei casi. In particolare, la Germania ha registrato «quasi 49.100 candidati» pari al 30% dei richiedenti asilo negli Stati membri dell’Ue, seguita dall’Italia con 36.900, pari al 22%. A seguire, Francia (22.000 richieste, pari al 13%) e Grecia (16.500 richieste, pari al 10%).

Ad ogni modo, il numero di richiedenti asilo risulta essere diminuito nel primo trimestre del 2017 rispetto a quello precedente in Germania (-36%), Paesi Bassi (-34%), Grecia (-18 %) e Svezia (-15%). Al contrario, i maggiori aumenti sono stati registrati in Spagna (+ 30%) e in Francia (+ 9%).

Per quanto riguarda l’Italia, gli ultimi dati del Ministero degli Interni confermano il trend decrescente delle richieste d’asilo, che ad Aprile hanno toccato quota 9.541, a fronte di 13.706 del mese di Marzo (-30%). Tra le prime 20 nazionalità ritroviamo Nigeria, Bangladesh, Pakistan, Gambia, Senegal, Guinea, Costa D’Avorio, Mali, Eritrea, Ghana, Somalia, Ucraina, Marocco, Siria, Iraq, Camerun, Sierra Leone, Afghanistan, Guinea ‐ Bissau, El Salvador. Tutte le nazionalità risultano in calo rispetto alla precedente rilevazione mensile, ad eccezione di Togo (+2%) e Cina (+23%). In calo anche il numero dei minori, che ad Aprile 2017 sono stati 631 rispetto ai 975 di Marzo, e dei minori non accompagnati, passati da 729 a 422 dello stesso periodo.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *