Gioia Tauro, crolla il traffico container nel primo semestre 2017

L’azienda tedesca che gestisce il Medcenter Container Terminal di Gioia Tauro tramite la controllata Contship Italia, comunica i dati relativi alla movimentazione container nel primo semestre del 2017. Continua la crescita di La Spezia, male invece Gioia Tauro. Tiene il fatturato del gruppo.

di Redazione

Il gruppo CONTSHIP Italia chiude il primo semestre del 2017 con una movimentazione container pari a 2.404.780 TEU, in calo rispetto ai 2.532.242 TEU registrati nello stesso periodo del 2016. A divulgare il dato è l’azienda capogruppo tedesca Eurokai Gmbh, nel rapporto finanziario semestrale. Il calo nella movimentazione container in Italia è addebitato in particolar modo alle cattive performance dei porti di Gioia Tauro (- 9,4%) e Cagliari (- 26,7%), dove – secondo l’azienda – si è registrato un calo cumulato del fatturato pari al 5,0%. L’azienda, che gestisce in Italia anche i porti di La Spezia e Salerno, annuncia invece per questi ultimi due porti degli aumenti consistenti nella movimentazione container, rispettivamente pari a +14,3% e +15,6 %. E, proprio grazie alle positive performance di questi due porti, il fatturato complessivo del gruppo CONTSHIP Italia registra un aumento, ora a quota 163,5 milioni di Euro (rispetto ai EUR 161,4 Milioni dell’anno precedente.

Per quanto riguarda Gioia Tauro, il valore di 1.255.953 TEU rappresenta un calo del -9,4% rispetto allo stesso periodo del 2016, quando erano 1.386.738 TEU. Secondo quanto riferisce l’azienda, a incidere negativamente sui risultati sono stati soprattutto la variazione della rete di linea commerciale del principale cliente, la Mediterranean Shipping Company S.A. (MSC) come pure la serie di scioperi verificatisi nei mesi di marzo e aprile 2017. Nel complesso, tuttavia, il traffico merci di Gioia Tauro ha continuato a produrre un utile rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Questo dato però non è stato rivelato dall’azienda.

Diversamente da Gioia Tauro, continua invece a crescere il porto di La Spezia, che ha fatto registrare sia un aumento nei volumi di container movimentati, che nell’utile prodotto. In particolare, sono stati movimentati 647.598 TEU, a fronte dei 566.444 TEU della prima metà del 2016, un aumento del +14,3%. Male anche il porto di Cagliari (-26,7%) e Ravenna (-7,8%). Nel complesso, il traffico container italiano nel primo semestre del 2017 è calato del -5,0%, un valore più basso di quello registrato in Germania, dove il calo è stato del -10,4%.

Fuori i confini italiani, gli altri porti gestiti dalla casa-madre Eurokai GmbH hanno fatto registrare performance notevoli, con Tangeri (+23,9%) e Lisbona (+84%).

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *